Oggi e sempre di più, Google domina e si afferma nella realtà attuale e futura come motore di ricerca per informare, formare, educare e istruire tutte le generazioni, anche nelle lingue straniere. Dalla classica enciclopedia alla ricerca su internet la tecnologia fa passi da giganti. E questo sviluppo è come l’onda del mare perché inarrestabile. La tecnologia non conosce freni e si presentano sempre innumerevoli sfide. L’ultima di Google si chiama MUM e ha lo scopo di risolvere il problema delle query di ricerca. Oggi per ottenere la risposta di cui abbiamo bisogno su internet, dobbiamo digitare tante query sul motore di ricerca e non è detto di riuscirci al primo tentativo. Benvenuti su giipsy e scopriamo di cosa si tratta.

Indice

  • MUM: l’origine del problema e l’obiettivo
  • Come può aiutarti MUM per ricerche complesse?
  • I 3 Vantaggi del Multitask Unifide Model.

MUM: l’origine del problema e l’obiettivo

Google MUM, la nuova query di ricerca su Google
La nuova query di ricerca su Google

Il vicepresidente di Google Search Pandu Nayak spiega l’origine del problema con uno scenario:

Hai scalato il Monte Adams. Ora vuoi scalare il Monte Fuji il prossimo autunno e vuoi sapere cosa fare diversamente per prepararti.

Per fare questo sono necessarie tante query di ricerca affinché Google possa darti una risposta più efficace. Bisogna ricercare l’altitudine di ogni montagna, la temperatura media in autunno e l’attrezzatura giusta da usare. Invece, Google MUM (Multitask Unified Model) riuscirà a dare una risposta ponderata ed esaustiva come se stessi parlando con un esperto di escursionismo.

Nayak riassume l’obiettivo di questo algoritmo così:  

I motori di ricerca di oggi non sono abbastanza sofisticati per rispondere come farebbe un esperto. Ma con una nuova tecnologia chiamata Multitask Unified Model, o MUM, ci stiamo avvicinando ad aiutarti con questi tipi di esigenze complesse. Quindi, in futuro, avrai bisogno di meno ricerche per fare le cose.

Come può Google MUM aiutarti per ricerche complesse?

giipsy search
Come si navigherà su giipsy?

Google MUM può aiutarti ad ottenere risposte più complete per ricerche più complesse con meno attività sulla query. Le dita saranno più a riposo, ecco! MUM è sviluppato per comprendere 75 lingue diverse contemporaneamente. Questo gli permette di sviluppare una comprensione più completa delle informazioni anche attraverso testo e immagini. In futuro, potrà espandersi con la modalità video e audio. Penso alle integrazioni con Youtube e con i Podcast. Chi lo dice che il Podcast si può ricercare solo su Spotify?  

Ritorniamo  alla domanda sull’escursionismo sul Monte Fuji: MUM potrebbe capire che stai confrontando due montagne. Quindi MUM potrà fornirti informazioni sulle diverse altitudini e sul sentiero. Inoltre, una query come “prepararsi” potrà essere intesa come allenamento fitness e quale attrezzatura giusta utilizzare. Immagino come saranno ridisegnati i nuovi siti e-commerce per il nuovo SEM e display ads per abbracciare questa nuova evoluzione chiamata Sarche Engine MUM.

I 3 vantaggi di Google MUM (Multitask Unifide Model)

  • Elimina le barriere linguistiche

Il monte Fuji si trova in Giappone. È molto probabile oggi trovare informazioni dettagliate su questo monte in giapponese. Invece, MUM avrà una conoscenza globale del mondo che si rifletterà in 75 lingue diverse. In futuro, quando cercherai informazioni su come visitare il Monte Fuji, potresti vedere risultati come: dove godersi le migliori viste sulla montagna, trovare i famosi negozi di souvenir. Tutte informazioni che si trovano più comunemente in una ricerca giapponese.

  • Comprende diversi formati di ricerca

MUM è multimodale. Può capire una query di testo per pagine web, immagini e in futuro video e audio. Potresti scattare una foto dei tuoi scarponi da trekking e chiedere: “Posso usarli per scalare il Monte Fuji?” MUM farà il resto.

  • Applicazione dell’IA avanzata alla ricerca, in modo responsabile

Per Nayak:

Ogni miglioramento della Ricerca Google viene sottoposto a un rigoroso processo di valutazione per garantire risultati più pertinenti e utili

L’intelligenza artificiale non sarà estranea a questo schema per rendere le informazioni del mondo più accessibili a tutti.

Il team di Google farà tanti esperimenti per rintracciare distorsioni nell’apprendimento della ricerca affinché la Search Engine possa continuare a funzionare efficientemente. Per concludere, la SEO si evolverà con questo nuovo algoritmo. Oggi la SEO funziona per parole chiavi  che riflettono l’argomento di un articolo. Con questa novità è possibile scrivere articoli più esaustivi con un argomento principale e diversi sotto-argomenti annessi, con tutte le parole chiavi collegate. Sia per l’argomento principale sia per i sotto argomenti. I blog del futuro si adatteranno a questa innovazione e anche il plugin Yoast SEO si aggiornerà secondo queste nuove impostazioni.

Giuseppe Foti

Di giipsy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.