Azioni UnicreditLogo Unicredit

Home » Finanza » Azioni Unicredit: Preoccupazioni o Opportunità?

Se sei alla ricerca di un’opportunità di investimento a lungo termine, potresti voler considerare le azioni di Unicredit. Nonostante le recenti turbolenze del mercato azionario, Unicredit è una delle banche più solide e ben gestite in Europa. Inoltre, l’attuale valutazione delle azioni di Unicredit sembra essere molto interessante per gli investitori, con un P/E ratio basso e un div/yeld elevato. Andiamo più in profondità.

Le azioni Unicredit (UCG) sono in discesa. Tuttavia, continueranno a scendere o a salire? Quale incertezza pesa di più su questo ribasso? Gli aumenti dei tassi d’interesse esercitano pressione su questo calo? Con questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande partendo da un po’ di storia e dalla descrizione del Gruppo Unicredit. Intanto, benvenuti su giipsy, l’informazione creativa in click e partiamo con il descrivere la Banca italiana.

Azioni Unicredit
Facciata Sede Unicredit

Unicredit Spa è uno dei principali gruppi bancari a livello europeo. Nasce nel 1998 dalla fusione dei gruppi Credito Italiano formato da Credito Italiano e Rolo Banca. Opera in 22 paesi e in 50 mercati internazionali. In Italia serve 7 milioni di clienti e a livello internazionale vanta oltre 25 milioni di clienti con più di 3400 filiali. 8 sono i principali azionisti di Unicredit. Ma quali sono i principali azionisti di Unicredit?

Gli 8 azionisti Unicredit

In questo paragrafo vedremo chi sono gli azionisti Unicredit:

  1. BlackRock Inc. – 5,075%
  2. Capital Research and Management Company 5,022% – di cui per conto di: EuroPacific Growth Fund 3,503%
  3. Norges Bank – 3,011%
  4. ATIC Second International Investment Company LLC – 2,016%
  5. Delfin S.a.r.l. – 1,925%
  6. Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona – 1,792%
  7. Fondazione Cassa di Risparmio di Torino – 1,643%
  8. Allianz Gruppo Allianz SE- 1,255%

Unicredit: panoramica del gruppo

Inoltre, il Gruppo di Milano ha partecipazioni azionarie in Banca d’Italia con una quota del 10,88%. In più, possiede il 22,31% di Risanamento e il 5,27% di Webuild Spa. Al 2022 conta un fatturato di 20,243 miliardi di € e un utile netto di 5,227 miliardi di €. Inoltre, conta 76.671 dipendenti in Italia e oltre 170 mila dipendenti a livello internazionale.

Azionisti Unicredit
Palazzo Unicredit

Nella classifica delle banche più solide d’Europa, stilata ogni anno dalla Bce (Banca Centrale Europea), Unicredit S.p.A. si piazza al 28° posto con un Cet1 Ratio del 15,96%. Inoltre, Unicredit S.p.A. è quotata alla Borsa di Milano e appartiene agli indici: Ftse All-Share Capped, Ftse Italia All-Share. In più, fa parte anche del Ftse Mib, Ftse Italia Finanza e del Ftse Italia Banche. Dal 2005 è quotata alla Borsa di Francoforte (indice DAX 30), e dal 2007 alla Borsa di Varsavia (indice WIG 30).

Azioni Unicredit: Valori di borsa

Attualmente, il P/E ratio di Unicredit è di circa 5, il che significa che il prezzo delle azioni è molto inferiore rispetto al guadagno netto per azione dell’azienda. Questo indica che le azioni di Unicredit sono sottostimate rispetto al loro reale valore di mercato. Inoltre, il div/yeld di Unicredit è attualmente del 5%, il che significa che l’azienda offre un rendimento relativamente elevato agli investitori attraverso i suoi dividendi.

Perché dovresti considerare di investire in Unicredit a lungo termine? In primo luogo, Unicredit è una delle banche più grandi e più solide in Europa, con una solida base di clienti e una presenza in diversi mercati internazionali. Inoltre, l’azienda ha dimostrato una solida capacità di generare utili e di gestire il suo bilancio, il che la rende una scelta affidabile per gli investitori.

unicredit in borsa

Azionisti Unicredit: opportunità o minaccia?

Inoltre, le banche come Unicredit beneficiano dell’aumento dei tassi d’interesse. Quando i tassi d’interesse salgono, le banche possono aumentare i loro margini di interesse, il che significa che possono guadagnare di più sui prestiti che concedono. Inoltre, gli aumenti dei tassi d’interesse tendono a portare a un aumento dei depositi bancari, poiché gli investitori cercano di ottenere un maggior rendimento sui loro risparmi. Questo può portare a un aumento delle entrate delle banche come Unicredit. Si riduce la fuga dei capitali perché gli investitori vorrebbero detenere maggior depositi in euro perché rendono di più.

Azioni Unicredit: Conclusioni

In conclusione, se sei alla ricerca di un‘opportunità di investimento a lungo termine, potresti voler considerare le azioni di Unicredit. L’attuale valutazione delle azioni sembra essere molto interessante, con un P/E ratio basso e un div/yeld elevato. Inoltre, Unicredit è una delle banche più solide e ben gestite in Europa, il che la rende una scelta affidabile per gli investitori. Infine, le banche come Unicredit beneficiano dell’aumento dei tassi d’interesse, il che potrebbe portare a un aumento delle entrate a lungo termine.

Di giipsy

Copyright© 2023