Oggi giipsy propone un articolo insolito non esclusivo ma lo scopo è riportare per iscritto una video intervista su YouTube. Non mi piacciono i complotti ma la realtà che emerge da questo scritto è molto ben diversa dalla precedente affermazione. Einstein diceva che la Terza Guerra Mondiale si sarebbe combattuta con pala e piccone. Si sbagliava perché oggi le nostre due armi migliori sono mascherina e disinfettante. E il resto? Armi biologiche con una funzione dualistica propria del sistema cinese e americano. Oggi vedremo cos’è il virus artificiale e il vaccino mrna, cos’è la gain of function adottata da Wuhan e dai laboratori P4 dell’Occidente. Prima però benvenuti su giipsy blog, l’informazione creativa in un click e su questo nuovo contenuto tratto dall’intervista di Franco Fracassi.

Giuseppe Tritto: chi è?

Iniziamo con il presentare il protagonista di questa intervista. Il Prof. Giuseppe Tritto di Bari è il presidente dell’Accademia Mondiale delle Scienze Biomediche e Tecnologiche. Ha lavorato 18 anni in Cina e conosce molto bene le strategie militari della Cina e del Partito Comunista Cinese. Grazie alla sua prestigiosa esperienza promuove progetti di Technological  And Knowledge Transfer (Trasferimento di conoscenza tecnologica nel settore biomedico).

Il suo team offre questi studi e ricerche in paesi come l’India e Cina per far fronte ad una loro esigenza. Quale? Chiedere modelli di sviluppo sostenibili di sanità pubblica o privata o mista con un contenuto altamente tecnologico. Il Prof. aiuta questi paesi a sviluppare programmi di tecnologia biomedica sia nei settori classici come la Cardiologia, oppure sulla riproduzione umana, dove sviluppa molte tecniche importanti nella contraccezione maschile e femminile nel settore della diagnostica per immagini. Cos’è questo?

Le nuove tecnologie diagnostiche a infrarossi

In Cina sono nate nuove tecnologie per la diagnostica per immagine ad infrarossi. In Cina si costruiscono i primi scanner ad infrarossi con cui è possibile vedere l’anatomia del corpo e si tratta di tecniche non invasive. Questi scanner permettono di vedere come il metabolismo del corpo reagisce a seguito della somministrazione di un farmaco. Questo si applica anche agli atleti sportivi con dei tapis roulant. Gli atleti corrono e gli scanner misurano il metabolismo delle masse muscolari, dello stomaco e del cervello. In USA questa tecnologia viene dal mondo militare e applicata per lo screening del tumore al seno. Questa tecnologia è molto utile per capire come funzionano i vaccini mrna sul nostro corpo e quali sono gli effetti sulle persone.

Con le prime epidemie, cioè con l’aviaria e la suina, gli scanner a infrarossi furono abilitati dagli ungheresi in Europa e dai Cinesi per vedere in modo più approfondito le persone che avevano la malattia. Con questi strumenti è stato possibile  differenziare l’influenza suina da quella aviaria. Attraverso i vaccini è possibile intravedere la reazione metabolica all’iniezione. Dopo se continuate a leggerci vedremo cos’è questa reazione.

Virus mrna: l’esperienza di Giuseppe Tritto

Il Prof. Giuseppe Tritto lavora con il prof. Nigel Saunders. Il più grande esperto del micro-batterio della Tubercolosi. Cosa fa con questo batterio? Mantiene il guscio del micro-batterio e toglie il suo materiale genetico per sostituirlo con altro a suo piacimento.

Da ciò inizia a lavorare nel settore militare. Eh, purtroppo si sa. I militari creano armi per la difesa e per l’offesa. Se prima  si era soffermati nel settore Atomico con Hiroshima nel 1945, oggi in America si introduce il concetto che la Scienza è Duale. Quindi ogni volta che si studia qualcosa che può essere di beneficio per l’Umanità c’è però la supervisione militare.

Speriamo di essere pronti per l’epidemia del 2030 e senza restrizioni

Questo secondo il Prof. pone forte dibattiti etici in USA perché con le biotecnologie si può manipolare qualunque batterio o virus e studiare le sue proprietà comprese quelle di virulenza. Si possono creare dei virus che sono molto più virulenti rispetto al normale. Gli studi hanno dato vita ad un’ampia ricerca per far risuscitare virus oramai spariti come quelli della polio, rifatto in modo sintetico in laboratorio a New York. E così anche per l’influenza spagnola del 1918 e del Vaiolo. Queste ricerche sono state sostenute da Craig Venter, quello che ha scansionato il genoma umano attraverso la sua azienda Celera, insieme all’ex direttore del National Institute of Health (NIH) insieme all’allora presidente Clinton che li riunì per metterli d’accordo per non fare la competizione nel nome dell’interesse globale degli Stati Uniti.

L’azione dell’ONU non rispettata

A seguito di questa riunione l’ONU dichiara che il genoma umano non può essere toccato. In che senso? Non è ammessa qualsiasi interferenza o manipolazione del genoma umano. Quindi l’ONU con la sua dichiarazione sostiene la protezione integrale del genoma umano. Questa dichiarazione non è mai stata contestata ma è stata firmata da tutti i paesi. Oggi viviamo in piena rivoluzione biomedica. Con l’autorizzazione dei vaccini a mrna messaggero si autorizza l’utilizzo di agenti transfletting. Cioè questi vaccini sono degli agenti che agendo sul DNA creano un’infezione interferendo con il genoma umano.  L’ONU dichiara illegali questi vaccini perché sostanzialmente manipolano il nostro DNA tramite agenti non naturali.

Virus mrna: un pò di storia

Cosa c’entra tutto questo con quello che viviamo oggi e perché? Prima ancora un po’ di storia. Shi Zhengli l’attuale direttrice del centro di virologia di Wuhan ha il compito di studiare i coronavirus nei pipistrelli. Fa un sacco di corsi. Impara a fare gli pseudo virus cioè i virus privi della carica virale. Questo per poterli studiare più approfonditamente. Questa tecnica la impara dai francesi. Ad Amsterdam collabora con un grande virologo Rothè.

Questo sostiene che se prendo un pezzo di virus x e un pezzo di virus y si possono unire per creare l’ibrido: la chimera virale. Shi impara anche questa tecnica della combinazione. Questo gruppo segue il trend della microbiologia sintetica americana di Craig Venter. Il rischio è nel momento in cui queste tecnologie vengono trasferite. Per cosa? Voglio creare la cellula che si mangia la plastica oppure la cellula per diventare Zombie. Ecco si può in questo modo creare un virus o un batterio che fa le stesse cose. Più si conosce il genoma umano più si sa dove poter arrivare. Questa ricerca non è controllata dal mondo medico ma dai biologi finanziati dai paesi attraverso delle strutture militari.

Perché nascono questi virus di laboratorio? C’è il caso della SARS 1, di un americano infetto che contagia in Cina, MERS e ora SARS 2. E la SARS 3 come sarà? Bill Gates ci avverte di già perché sta già finanziando con la sua Fondazione gli studi per il 2030. Una piccola precisazione, la SARS 1 dura solo due anni o poco più. I virus naturali non hanno un tempo determinato di durata. Poi vedremo perché la SARS 2 sembra non andare più via. Questo lo spiegheremo con un esperimento che c’è stato nella conferenza di Davos. Ma torniamo alla domanda iniziale.

Profeta o finanziatore delle manipolazioni? Benvenuti nel Bioterrorismo

Il movente della Cina…

La Cina non dimentica e ha un problema di storia. Ricordiamola. Quando ci fu la seconda guerra Cino Giapponese, il Giappone usa armi biologiche di sterminio in Cina nella Manciuria. Li il Giappone apre un grande campo di concentramento dove facevano gli esperimenti come i Nazisti. La Cina si ricorda che è stata aggredita con le armi biologiche. Da ciò deriva la necessità della Cina di dotarsi del suo armamento bio come tutte le altre grandi potenze. La SARS 1 è il primo tentativo cinese di rispondere al Giappone ma si ammalano due tecnici di laboratorio. Un laboratorio P3. Da ciò la Cina si rende conto che ha bisogno di dotarsi di laboratori più sicuri: i P4 e questi sono autorizzati dall’OMS. Ci riesce avviando grosse campagne di finanziamento all’OMS dopo Bill Gates e la sua fondazione. I francesi si offrono per creare questo laboratorio inaugurato da Macron nel 2019.   

Wuhan: l’accordo tra Cina e USA

Attraverso un subcontratto con il Pentagono, gli USA collaborano con la Cina ma per cosa? Ad un accordo di Transfer tecnologico. In cambio la Cina con Wuhan deve aiutare gli americani e l’organizzazione della Sanità di Bill Gates a creare i primi vaccini universali contro i Coronavirus dei polli e dei maiali. Qui si crea anche l’Istituto per i prodotti vaccinali per la veterinaria. Nel 2013 la Cina apre il secondo laboratorio P4 in Cina, lo chiede alla FAO e lo installa in Manciuria difronte al Giappone. Nel 2014 il gruppo di Harbin crea il primo gruppo ricombinante chimerico di un virus influenzale aviario con un virus influenzale umano: l’H5N1. Un’arma che doveva essere per i maiali e invece è per gli esseri umani.

Virus mrna, Gain of Function, Sperimentazioni e modifiche del DNA

La “gain of function” consiste nel produrre, su un organismo, delle modificazioni genetiche (chiamate anche mutazioni attivanti) in grado di determinare l’acquisizione di una nuova funzione o il potenziamento di una preesistente. Questa unita al sistema duale permette una nuova cosa: si può fare ricerca per fare un farmaco mrna messaggero che potrà curare il cancro ma allo stesso tempo permettere lo sviluppo di nuovi virus manipolando il DNA della cellula virale.

Questa ricerca è legata al mondo militare e non da parte degli accademici. I vaccini nascono con questa idea: creo un mini-virus che crea una malattia più lieve e funziona da antidoto. Posso avvelenarmi ma se inizio a prendere un po’ di veleno ogni giorno mi immunizzo contro il veleno a forti dosi. Il vaccino classico invece avrebbe dovuto funzionare così: prendo il virus, gli tolgo la carica virale attraverso dei passaggi in laboratorio e si crea un vaccino funzionale al virus inattivo. Si è abbandonata questa strada per ragioni di tempo e di probabile inefficienza.   

Durata effettiva dei vaccini mrna…

Abbiamo spiegato la gain of funcion, i vaccini mrna che sono armi biologiche innocue nel breve termine. Manca la reazione di questi vaccini. Davos e cosa dice Montagnier al primo ministro israeliano. Un medico israeliano afferma che il vaccino Pfizer dura 6 mesi. Alla fine del quarto mese si ha il 40% di attività metaboliche e alla fine del quinto mese il 17% di attività. Ciò vuol dire che negli ultimi tre mesi non si è coperti. Quando finisce l’effetto del vaccino  i vaccinati si ammalano.

Ecco perché i continui booster. Lo potevano dire prima no? Ciò si sapeva sin da subito. Montagner spiega al Ministro Israeliano perché i vaccini a mrna messaggero sono estremamente pericolosi per i pazienti e per il futuro incontrollabili. Il virus già muta ad una velocità fortissima. È concepito per mutare così. Omicron, Deltacron e tutte le lettere dell’alfabeto greco non sono una sorpresa. I virus mrna si classificano per la loro frequenza di mutazione e dare un coefficiente della classe virale con un ritmo x. Su ciò verte la simulazione al World Forum di Davos visibile nei documenti interni della John Hopkins.

Oggi vaccini. Oggi bene. E domani?

Il documento della John Hopkins sui virus mrna

Il documento dice che il Coronavirus muta in un periodo di due e tre anni fino all’Omega dicendo matematicamente il ritmo. Omicron doveva, secondo il modello matematico di Davos, uscire a maggio 2022 invece questo fenomeno si è anticipato come dimostrazione che il virus è fuori controllo anche da parte degli stessi manipolatori. Perché Omicron è così contagiosa? Perché il Coronavirus si è unito a un virus influenzale. Ha creato l’ibrido aumentandone la contagiosità. Il pericolo maggiore è che questo virus si possa diffondere con un virus dell’AIDS. Un virus che va nel DNA umano e si inserisce permanentemente nel DNA e i pazienti dovranno fare antivirali per tutta la vita. In questo caso c’è un virus doppio: DNA e mrna. Si crea un ipermostro che muta continuamente. Non si può aspettare che si spenga da solo.

Il virus ha una caratteristica particolare: la Furina, proteasi umana inserita al centro dei due segmenti della proteina spike manipolata con il pipistrello e il pangolino. La scienziata Shi controlla questi due segmenti: uno responsabile della contagiosità e l’altro della virulenza. Secondo Shi è necessario avere un sistema al centro tale da permetterle di andare in una direzione o in un’altra (duale). Quindi inserisce il sito della furina tra S1 e S2 della spike. Come funziona la Furina? La Furina controlla 250 attività metaboliche della cellula umana. Se tu blocchi la Furina blocchi la cellula umana. Non puoi bloccare il meccanismo della proteasi perché si danneggerebbe la cellula umana. La furina sta in un castello chiuso.

Virus mrna: Come agisce la Furina?

Quando entra un mrna messaggero si abbassa il ponte levatoio e la furina esce e taglia l’mrna patogeno e lo neutralizza. La furina taglia laddove serve per far replicare l’agente patogeno. Il ponte levatoio è controllato dallo Zinc Finder a base di Zinco. Più metti Zinco nella cellula umana più blocchi il ponte levatoio e la proteina non esce (furina). Ciò funziona con l’idrossiclorochina. Le nuove varianti riescono a far aprire il ponte nonostante lo zinco. Al posto dello Zinco bisogna mettere un altro ione metallico e questo lo si fa con le nano tecnologie.

Si lavora sugli ioni che hanno il ruolo di controllare i gates nel far uscire le proteasi. Per fermare il virus bisogna agire sulla furina perché non si fa? Perché la furina è una cellula umana ed è la prova che il virus è nato nel laboratorio. Ammettere la furina significa ammettere la corresponsabilità degli americani e non vogliono questo e per questo preferiscono far morire milioni di persone. Il virus tra i due segmenti si muove come un pendolo. Oggi ci troviamo fortunatamente nel segmento 1 della spike ad alta contagiosità. Ma se malauguratamente si dovesse spostare nel segmento 2 ad alta virulenza sarebbe una minaccia per l’umanità.  

Giuseppe Foti

Di giipsy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.