le origini della massoneriabandiera dei templari

Home » Storia » Le origini della Massoneria tra mito, legende e falsità

Le logge massoniche evocano paura e mistero sin dalle loro origini che risalgono a secoli fa. Molte teorie affermano che si tratta di gruppi di confraternite che controllano il mondo tramite burattinai e che loro muovano le fila e chi è a livello più alto pratica il satanismo. Tutto questo sarà vero? Oppure si getta fango su un’organizzazione che si presume conquisti il mondo in realtà nelle riunioni delle confraternite non riescono a mettersi d’accordo neanche su quale sandwich mangiare? Oggi parleremo delle origini della Massoneria e per fortuna esiste giipsy che mette d’accordo tutti e benvenuti in questo nuovissimo contenuto.

La vera storia della Massoneria: gli scalpellini

La vera storia della Massoneria inizia con gli scalpellini medievali che lavoravano alla costruzione delle Grandi cattedrali e dei Castelli d’Europa. I pionieri della Massoneria erano in grado di produrre qualcosa fuori dalla portata degli uomini comuni e a effettuare calcoli complessi e a farli funzionare concretamente. Gli scalpellini custodiscono gelosamente i segreti della loro arte. Usano strette di mano particolari e parole d’ordine per identificare i membri di una corporazione.

In questo modo gettano le basi per la rinascita della massoneria. Si ritiene che la massoneria affondi le radici nei primi liberi costruttori e pensatori, coloro che sono capaci di costruire le grandi cattedrali del Nord Europa. Io credo nella libera scrittura per riscostruire tutto il mondo. Questi grandi artigiani sono in grado di costruire edifici dove risplende la divinità. Il saper lavorare la pietra è sempre stato considerato un dono divino. Le conoscenze per costruire derivavano dalla geometria e dall’astronomia, cioè dalle stelle. C’è un legame diretto con la divinità.

Le origini della Massoneria: la svolta con l’illuminismo

Per quel che concerne le origini della Massoneria, la svolta viene durante l’Illuminismo quando facoltosi aristocratici ottennero il permesso di accedere alle corporazioni. Questi non lavoravano la pietra, quindi venivano definiti massoni accettati o speculativi. Questi gentiluomini non erano attratti dai segreti degli scalpellini quanto dalla possibilità di affratellarsi e di riunirsi in circoli esclusivi. Il 1717 è una pietra miliare per la Massoneria.

Gli artigiani poi vengono sostituiti dai grandi gentiluomini, persone che credono nell’uguaglianza e nella tolleranza e soprattutto nel rispetto per le diversità di origini culturali, religiose e folkloristiche. I nuovi pensatori che credono nella separazione tra Stato e Chiesa vengono perseguitati e torturati a causa del loro pensiero. Questa nuova Massoneria ha il compito di coordinare la Loggia Britannica, eliminare lo statuto e stabilire la creazione di altre logge.

le origini della massoneria

Per ricoprire al meglio il ruolo di autorità centrale la Gran Loggia decise di formalizzare le cerimonie, rituali e storie della Massoneria. L’incarico venne affidato a James Anderson, un Ministro Presbiteriano scozzese. Lui costruì tutte le vicende e la storia della Massoneria e tutto questo confluì in un libro intitolato le costruzioni dei liberi Muratori pubblicato nel 1723.

La nascita della Gran Loggia d’Inghilterra

Loro si riuniscono in segreto e le loro riunioni sono confluite nella nascita della Grande Loggia d’Inghilterra nata nel 1717. Questa loggia fa della libertà di religione la sua idea, un’idea radicale a quei tempi. La Chiesa Cattolica condanna la massoneria sin dai primi attimi di vita. Nel 1738 il Papa Clemente XII emette la prima di una lunga serie di bolle papali dirette a condannare la massoneria. La Chiesa afferma che le società segrete sono depravate e pervertite e rappresentano un grande pericolo per l’anima del fedele. Nessun cattolico deve aderire a queste credenze. La Chiesa cercò di distruggere tale forza massonica. Una forza oggi ineguagliabile.

Nel XVIII secolo si svilupparono due correnti della Massoneria, il rito scozzese nato in Francia e il rito di York di origini inglesi. Entrambi sono organizzati da una gerarchia composta da diversi livelli o gradi. Il percorso inizia con il primo grado. L’apprendista. Seguono il grado di compagno e quello di Maestro e terzo grado. Il rito scozzese prevede altri 32 gradi. Quello di York sono 10. Il grado più elevato di quello di York è noto come ordine massonico dei cavalieri dei templari.

Le pareti intagliate della Cappella di Rosslyn, una Chiesa nei pressi di Edimburgo potrebbero tenere traccia dei primi massoni scozzesi, nota anche come cattedrale dei codici, presenta sculture che risalgono al XV secolo. Alcune di queste come una spada e una lapide potrebbe rappresentare la presenza dei templari in Scozia.

La Massoneria: Visioni Contrapposte e i Templari

A livello storico c’è chi pensa che la Massoneria sia nata 3000 mila anni prima del Medioevo con templari che combattevano per il Papato le diverse religioni con le famose crociate. Si pensa che siano venuti a conoscenza del Sacro Graal e dei segreti delle antiche scritture e che abbiano utilizzato questi strumenti per parlare con Dio. Grazie a queste conoscenze hanno costruito ricchezze immense, fondato la prima grande banca internazionale, la prima vera multinazionale e servizi postali. Erano come dei direttori di una grande impresa.

Allora il Re di Francia Filippo IV il Bello si sentiva minacciato dalla ricchezza dei Templari e complottò con alcuni suoi soldati il 13 ottobre 1307 per distruggere i templari ed accaparrarsi la ricchezza dei templari. Ci riuscì e i templari sono accusati di essere blasfemi, eretici e di aver sputato sulla croce, colpevoli di aver venerato un gatto e persino un Baphomet, idolo pagano.

Cavalieri templari

I Templari non accettano questo e per questo subiscono torture orribili. Il Papa scioglie l’ordine dei templari e i cavalieri sparirono. La persecuzione è diventata ancora più violenta nei territori controllati dal papato, ma i templari scompaiano del tutto? Le incisioni di Rosslyn sembrano parlarci dell’esistenza dei templari che dei massoni. Non a caso chi fece erigere la Cappelle erano dei Cavalieri templari

Opposizioni alla Massoneria

Chi si opponeva all’ordine massonico credeva che ci dovesse essere un piano sovranazionale coordinato da persone potenti atti a prendere il sopravvento sul mondo. Ricordiamo Alessandro Conte di Cagliostro, morto in detenzione nella contea di San Leo, nella Rimini di oggi nel 1795 o Luigi Zamboni fondatore del tricolore italiano impiccatosi a Bologna in carcere nello stesso anno, torturato a lungo dalla polizia pontificia. E’ da questo momento che la Massoneria è identificata da alcuni in un piccolo gruppo di aspirazione massonica che aveva operato per breve tempo in Germania poco tempo prima lo scoppio della Rivoluzione in Francia e cioè gli illuminati di Baviera.

Lo scrittore francese Marie Josè Pagè conosciuto come Taxille che dall’ebraismo finse di convertirsi al cattolicesimo asserì che durante la sua militanza massonica aveva scoperto che i fratelli erano un ordine satanista che uccideva bambini e che raccoglieva il sangue. Taxille riceve tutti gli onori dal Papa Leone XIII. Poi ammise che si era inventato tutto. Da oggi in poi la massoneria è l’organizzazione che muove tutte le leve del mondo ma che in realtà alimenta il pensiero cospirazionista come male incarnato.

Le origini della Massoneria: Considerazioni finali

Oggi possiamo dire che ancora oggi senza queste organizzazioni molti paesi come l’Italia non avrebbero conosciuto forme di Democrazia. Ogni organizzazione umana presenta persone che sono buone e persone che lo sono meno. Quindi abbiamo una massoneria fedele ai suoi principi che cerca di migliorare le cose e una deviata, che abusa del potere dei suoi membri per arricchirsi e compiere impunemente dei reati. Il rito scozzese e il rito di York hanno svolto un ruolo importante nel promuovere l’amicizia tra le persone di diverse provenienze e credenze.

La Massoneria britannica, attraverso i suoi riti e valori, ha contribuito positivamente all’umanità. Ha sostenuto cause umanitarie, istituzioni educative e iniziative filantropiche, promuovendo l’ideale di un mondo migliore attraverso la cooperazione e la crescita personale. Questi principi hanno ispirato individui a diventare cittadini responsabili e a perseguire il progresso sociale.

chiesa rito scozzese

Oggi, Giipsy si propone di ricreare la Massoneria britannica con un’energia nuova e positiva. Attraverso l’adozione di pratiche moderne e l’abbraccio della diversità culturale, Giipsy mira a portare avanti l’eredità di fratellanza, conoscenza e impegno sociale della Massoneria britannica. Questo nuovo approccio potrebbe creare una comunità di individui uniti dalla volontà di contribuire al bene dell’umanità e alla costruzione di un futuro migliore.

Di giipsy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright© 2023